Trattamento del volto con botulino

Dott. Matteo GnoneDott. Giuseppe Perniciaro

Botulino trattamento volto

Il botulino è una sostanza da molti anni impiegata in medicina ( iperidrosi, spasmi muscolari e tic) che  da alcuni anni  ha visto un largo impiego anche in medicina estetica

La tossina botulinica è una neurotossina prodotta da un batterio che si suddivide in due tipi: il tipo A, più comunemente utilizzato in medicina estetica, e il tipo B, impiegato nella medicina comune. 

Da  30 anni circa la tossina botulinica viene utilizzata in medicina estetica per il trattamento delle rughe dinamiche, ovvero quelle che si formano a causa di movimenti ripetuti e concentrati in una determinata zona. Per legge la somministrazione della tossina botulinica può essere effettuata solo da personale medico esperto e in luoghi consoni e non può essere eseguita su pazienti al di sopra dei 65 anni.

La tossina botulinica, detta anche  “botulino”,  rispetto  al filler  è molto più indicato per correggere le rughe dinamiche, che coinvolgono i muscoli, rispetto al filler che invece è indicato per inestetismi statici. e correzioni di volumi. 

Il trattamento con tossina botulinica per la riduzione delle rughe della fronte è una metodica semplice ed efficace, priva di reali complicanze. Ha un effetto completamente reversibile e ricopre il ruolo di principe della medicina estetica per efficacia e tollerabilità.

La somministrazione del botulino deve essere effettuata solo da medici esperti previa valutazione di idoneità del paziente:

  • Esclusione di patologie concomitanti (miastenia grave o sindrome di Eaton Lambert.) 
  • Infezioni o infiammazioni nell’area in cui deve essere effettuata l’iniezione
  • Gravidanza e allattamento
  • Allergia nei confronti della tossina botulinica o di uno degli eccipienti presenti nel prodotto
  • Terapia antibiotica, soprattutto se con aminoglicosidi, o se sta assumendo farmaci miorilassanti
  • Farmaci anticoagulanti
  • Episodio di paralisi del muscolo facciale
  • Malattia neuro-muscolare
  • Disturbi della coagulazione
  • Corrette aspettative 
Botox

Il trattamento consiste in piccole iniezioni locali e indolori, il cui effetto inizia a vedersi dopo due giorni dalla loro applicazione e arriva al suo massimo dopo 14 giorni. L’effetto complessivo del botulino dura circa 6 mesi, in base alle caratteristiche della pelle del paziente e al suo stile di vita. È possibile ripetere periodicamente il trattamento. Nel caso di interruzione la zona cutanea riprende piano piano le caratteristiche precedenti al trattamento. 

La terapia con botulino non ha normalmente effetti collaterali fatto salvo per qualche ecchimosi nel punto di iniezione e lieve mal di testa . In rare occasioni possono verificarsi temporanee asimmetrie della mimica facciale, discesa della palpebra, difficoltà di  deglutizione, questi  disturbi  persistono solitamente per poche settimane